· 

La luce dell'Ametista

La Luce dell’Ametista

A Febbraio, mese legato alla possibilità di superare la porta dell’accettabile per entrare in uno spazio nuovo dove poter conoscere parti di sé, proponiamo di indossare una bellissima Ametista.

La Luce che essa emana e che fa vibrare l’intero nostro sistema dal fisico al più sottile, permette di superare il groviglio dei pensieri per sovvertire le certezze ed entrare nel mondo dello sconosciuto.

Il suo colore Viola ottenuto dalla mescolanza di rosso e blu è simbolo di congiunzione tra il corpo, il terrestre ( rosso) e lo spirito, il celestiale ( blu) . Colore di unione tra l’umano e il divino, unione di due nature come lo definisce Jung, è sintesi tra la passione e l’irruenza del rosso e la tranquillità e trascendenza del blu.

Il Viola dell’ametista, quarzo usato fin dai tempi più antichi è collocato all’estremo spettro cromatico visto che dopo questo colore si estende un altro territorio, la gamma degli ultravioletti, il mondo dell’invisibile, non percepibile dai sensi ma solo dall’intuito.

E’ così che la Luce dell’Ametista porta trasformazione e sintesi quale esperienza al limite delle nostre capacità attuali.

 

Vediamo come

Livello fisico: 

agisce riducendo dolori e tensioni legate soprattutto ad emicranie, a ferite e gonfiori. 

Utile da tenere con sé se si ha Santa Ildegarda consigliava di utilizzare una ametista per le macchie del viso “ Si inumidisca l’ametista con la saliva e si passi la pietra così inumidita sulla pelle”. “ Si riscaldi acqua sul fuoco e si metta in quest’acqua un’ametista. Si lavi il viso con essa e lo si faccia spesso: la pelle del viso diventerà morbida e avrà un bel colorito”.

 

Livello mentale:

Il nome Ametista deriva dal greco e significa “ non ubriaco”, favorisce quindi la sobrietà e la consapevolezza, contribuendo al superamento dei meccanismi che ingarbugliano la mente

 

Livello emozionale:

Utile nei momenti di tristezza in particolare se derivano da danni o da perdite subite, ne permette il superamento. Se la si mette sotto al cuscino facilita l’emergere di immagini oniriche, di sogni rivelatori e chiarificatori

 

Livello spirituale

Grazie al suo colore Viola permette di accedere nei mondi dell’invisibile e superare il confine del conosciuto guidando l’anima verso una maggiore consapevolezza e presa di coscienza  della realtà dell’anima. Pietra ottimale per la meditazione poiché placa il corso dei pensieri che normalmente inondano la coscienza.

 

Le parole dell’ametista

“ Lascia perdere ed abbi fiducia, svuotati in modo da poter essere colmato completamente”

“Sii umile, così che le energie dell’universo possano guidare il tuo cammino”


Scrivi commento

Commenti: 0

Sostieni le nostre iniziative e i nostri progetti con una donazione. Grazie

Associazione Culturale Kamala
TEL 393 1365713

C.F. 97900450582 

 

"Il Mistero nelle onde del respiro" di Laura Rubrianti è un libro che nasce negli spazi di silenzio ai quali si può accedere grazie alla meditazione.

Un libro vivo, una esperienza vissuta, una raccolta di scritti che hanno preso forma per divenire strumento prezioso e delicato per accedere alle nostre parti più profonde.

Per rimanere aggiornato su tutte le attività di Associazione Kamala iscriviti alla Newsletter cliccando  nel link sottostante, riceverai tutte le news nella tua mail 

Si applica l'Informativa sulla protezione dei dati personali.


per ogni altra informazione compilare il form CONTATTI

Nota: I campi con l'asterisco sono richiesti